L'ultima poesia scritta - il salotto di Roberta

Vai ai contenuti

Menu principale:

L'ultima poesia scritta




NO
E noi cantiamo il nostro canto di libertà.
Non ci fermerà la barbarie
in nome di un dio straniero
che vuole tributi di sangue,
che ascolta ridendo le urla,
i singhiozzi
di chi non vuole morire,
di chi non capisce l'orrore
di questa violenza bestiale.

Non vinceranno.

La nostra
è una guerra per la civiltà,
per l'amore,
per il Bello
che questi lupi impazziti
azzannano e insozzano
con le bocche imbrattate di rosso.

Combattiamo.

Perché il nostro mondo
Non può finire così.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu